Archivi tag: napoli

Il moltiplicatore di Napoli

A un certo punto ho iniziato a dargli del voi. E’ stato più forte di me. La conversazione prendeva quella piega. Non c’era nulla da fare.

Ma voi davvero dite?

E come no

Si era sulla tangenziale di Napoli, tradizionalmente ricolma di traffico, verso le sei di sera.  Eravamo andati con la troupe a girare un servizio su una squadra di calcio locale che ha deciso di schierarsi per la legalità, scegliendo come sponsor una nota associazione che lotta contro la camorra. L’eterno ritorno, da queste parti.
L’operatore guidava la macchina: né giovane né vecchio, né magro né grasso, gli occhi chiari e trasparenti, i capelli radi e quel po’ di barba con qualche filo d’argento; a un certo punto il traffico si è congelato e lui ha detto:

Sapete perché la tangenziale è sempre trafficata?

Beh…

Io ho studiato da geometra e il nostro professore di topografia ci insegnava che, nel costruire una tangenziale, il numero delle corsie e la frequenza e larghezza degli svincoli sono programmati in base a criteri precisi, tenendo conto della popolazione, del numero di auto in circolazione…

Lo immagino, certo

Ma poi tutti questi dati vanno moltiplicati per un coefficiente, che è quello della crescita prevista della popolazione nei decenni seguenti

Si

E l’ingegnere che ha progettato la tangenziale di Napoli si è dimenticato di fare la moltiplicazione

Il muro di macchine è percorso da un brivido. Una scossa leggera. Anche la nostra auto avanza ma non molto. I soliti due metri.

Ma voi davvero dite?

E come no

Il fatto è che io mi immagino subito di trasformare la storia in un servizio per la televisione. Rintracciamo uno di quelli che hanno partecipato alla progettazione e lui, ormai vecchissimo, punta il dito nodoso verso la telecamera e gracchia: Quello si dimenticò di moltiplicare…

Dunque  approfondisco.  Ma voi come lo sapete?

Il mio professore di topografia, l’ingegner Salerno – risponde – era figlio di uno dei progettisti della tangenziale e ci diceva che glielo raccontava sempre suo padre: il responsabile del progetto aveva dimenticato il coefficiente di crescita. E dirò di più…

Dite

Era un milanese! Un ingegnere di Milano

State dicendo che se siamo qui, bloccati nel traffico, e non arriveremo in sede in tempo per il turno di montaggio, la colpa è di un milanese che ha dimenticato di fare una moltiplicazione?

Eh….

E a questo punto è partito con una serie di altri particolari: il padre dell’ingegner Salerno, il suo professore, ingegner Salerno anche il padre, immaginino io, oltre che far parte del gruppo che aveva costruito la tangenziale, con tanto risultato, produceva anche i tombini per la città, insieme a Pomicino, si, proprio lui, il politico, infatti, a Napoli, su tutti i tombini, potete leggere “Pomicino e Salerno”…

E ancora, ancora. Moltiplicando aneddoti e storie.

Tanto che io, tornato in albergo, molto tardi, non sono andato a verificare nulla: i progettisti della tangenziale, il coefficiente da moltiplicare, i tombini, i politici…

E’ così e basta.

Perché così parlò…

Come si chiamava?

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,